Novità e offerte

I blog della communty

  1. Dr. Jekyll
    Ultimo aggiornamento

    Da Dr. Jekyll,

    Ho il piacere di annunciare che Lenor_X, Mr 4011 e Pike sono diventati admin qui su WinInizio.

    A nome di tutto lo staff auguro a loro il benvenuto!!!

    :clapping3::clapping::clapping3::clapping::clapping3::clapping::clapping3::clapping::clapping3::clapping:

  2. Lo so che abbiamo di peggio a cui pensare, ma..

    ...per quale motivo se voglio delle bustine di zafferano devo per forza chiederlo alla cassa (ignorando marca e costo) e poi ritirarlo in cassa centrale?

    Credo che farò come fece mia madre un tempo: mi coltiverò il fiorellino e mi farò un sano risotto alla milanese a costo zero (e km zero).

    A costo di sembrare razzista, mi chiedo chi sia il responsabile di tale risposta dei supermercati.. evidentemente qualcuno che conosce molto bene il valore dello zafferano.

    Il prossimo passo saranno i funghi secchi (bulgari o rumeni.. funghi secchi made in italy non li trovi ma neanche.. ) quando qualcuno inizierà a leggere il prezzo al chilo...

    Per entrare in certi supermercati devi praticamente spogliarti (pagando due euro la chiave dell'armadietto..) e se hai altre borse in mano devi lasciarle in cassa centrale, non basta avere in mano lo scontrino e tenerle nel carrello...

    Continuo a pensare che la soluzione sia ritirarsi in una baita in montagna.. e coltivarsi le piantine di Crocus da solo.

  3. Ieri mi è stato dato un volantino di un coordinatore dell'Italia dei Valori per uno dei Municipi di Roma in cui si richiedeva la firma per una legge di iniziativa popolare per eliminare i rimborsi elettorali ai partiti.

    Così non va, così proprio non va. Il nostro paese sta attraversando un momento di crisi politica ed economica, abbiamo bisogno di chi si rimbocca le maniche peri aiutarlo, non di chi specula politicamente sull'arrabbiatura sociale della gente (leggi elettori).

    Abbiamo bisogno di gente capace che ci possa condurre fuori da questo pantano non di chi, per sfruttare il mal contento popolare ai fini elettorali, parli alla pancia della gente invece che alla sua testa.

    In questo momento di crisi economico, dove non passa settimana senza apprendere di questa o quella corruzione è facile farsi applaudire attaccando i simboli della politica nella mal celata speranza di accrescere il consenso.

    E' così facile farlo che chiunque di noi può farlo, ma è questo il vero bene del paese? E' questo quello di cui abbiamo bisogno per far risorgere il paese da questo pantano dove i politici (e tu sei un politico) ci hanno condotto?

    Hai provato ad immaginare cosa accadrebbe se il la tua propaganda elettorale (perché di questo si tratta) diventasse legge dello stato?

    Ti sei per caso chiesto chi poi si potrebbe permettere di far politica in uno stato in cui la democrazia non può più farsi carico dei suoi costi?

    In tutti i paesi democratici, infatti, la democrazia si fa carico dei costi della politica proprio per impedire che la politica stessa diventi ostaggio solo di candidati miliardari (te ne viene in mente qualcuno?) oppure delle lobby come in America, o peggio ancora di qualche carrarmato militare.

    Non si può togliere sostentamento economico alla politica e sperare che la democrazia resti nelle mani degli elettori.

    Certo lo spettacolo di spreco dei nostri denari è desolante e bisogna arginarlo con delle buone leggi non con la demagogia. E' sicuramente inaccettabile che in Italia si ottengano rimborsi elettorali pari a 3 volte quelli tedeschi per non parlare del metodo con cui vengono conteggiati.

    Pochi sanno, infatti, che i rimborsi non vengono dati solo per i voti effettivamente percepiti ma sulla base percentuale dell'intero collegio votante.

    In pratica se solo il 49% degli italiani si reca alle urne, ed un partito, come il tuo riceve il 10% dei voti, questo 10% non sarà calcolato sugli effettivi votanti, ma sull'intero collegio, ovvero si riceverà un rimborso del 10% sul 100% degli aventi diritti al voto, incluso chi vota scheda bianca o chi sfiduciato e/o sdegnato dalla nostra classe politica decide di restare a casa invece di votare..

    Vogliamo anche parlare di come i rimborsi elettorali spettano anche ai candidati non eletti e perfino ai partiti che non entrano in Parlamento? Ti sei mai chiesto perché molti partiti (soprattutto a sinistra) candidino personaggi famosi, magari del mondo dello spettacolo, ben sapendo che non verranno eletti? Quale altro scopo ha la candidatura di persone famose se non quella di "rimpinzare" le casse dei partiti soprattutto considerando che comunque la percentuale di rimborso sarà sul 100% degli aventi diritto al voto?

    E ci dimentichiamo di come il rimborso elettorale sia corrisposto per tutta la legislatura anche se questa dovesse finire anticipatamente con il risultato che alla successiva legislatura i partiti politici prenderanno doppi (ed in teoria possono prenderne anche di tripli o quadrupli) rimborsi?

    La caduta del governo Prodi, infatti, ha comportato che nella legislazione attuale venisse pagato per intero sia il rimborso elettorale per questa legislazione (come è logico che sia) ma anche per quella precedente terminata anticipatamente, tanto che hanno continuato a percepire rimborsi elettorali perfino partiti che in questa legislatura non esistono più perché sciolti o confluiti in altri partiti (Margherita docet).

    Una valanga di soldi di cui i partiti politici devono rispondere in maniera molto blanda come i recenti fatti di cronaca hanno dimostrato, e a pensare che, invece, in Inghilterra, i membri del parlamento sono obbligati a mettere online ogni singolo scontrino/fattura per dimostrare come hanno speso i soldi dei contribuenti dati loro a titolo di rimborso elettorale.

    Ecco QUESTE sono le storture a cui un politico serio dovrebbe mettere mano per impedire che quell'indispensabile sostegno alla democrazia che è il finanziamento pubblico dei partiti serva per garantire l'indipendenza della politica.

    Mi rendo conto che sia sicuramente più difficile argomentare agli lettori su come regolamentare il finanziamento dei partiti invece che demagogicamente parlare alla loro pancia.

    Il nostro Capo dello Stato, però, lo ha fatto, incurante della impopolarità che ne derivava ha fatto la cosa giusta, e noi abbiamo proprio bisogno di politici che facciano la cosa giusta.

    Leggendo quel volantino, però, che riprende i discorsi qualunquisti di tanti altri politici non posso fare a meno di ricordare una frase di Alcide De Gasperi, uno dei padri della nostra repubblica, che disse: " Un politico guarda alle prossime elezioni. Uno statista guarda alla prossima generazione"

    Ecco, alle prossime elezioni, vorrei poter votare uno statista....

    • 1
      articolo
    • 1
      commento
    • 3013
      visite

    Articoli recenti

    Ieri su Roma era prevista una forte ondata di maltempo, che per fortuna non ha raggiunto la capitale con l'intensità prevista.

    "Ovviamente faremo di tutto per preparare Roma a qualsiasi evenienza" ha detto il Sindaco di Roma nei giorni scorsi (fonte), per evitare il ripetersi della drammatica situazione venutasi a creare con il nubifragio del 20 ottobre scorso.

    Comune e Protezione civile avrebbero approntato un piano di emergenza con la partecipazione di ben 4000 volontari...mi chiedo se non sarebbe stato meglio iniziare a mettere in campo un adeguato numero di spazzini "preventivi" per ripulire le strade di Roma. Guardate come appariva una delle strade del quartiere S. Paolo ieri mattina, quando cioè era previsto l'arrivo di forti piogge:

    blogentry-57008-0-09343700-1320594495_th

    blogentry-57008-0-26325800-1320594543_th

    Ovviamente dove pensate che finiscano tutte quelle foglie, se non nei canali di scarico delle acque, impedendone il deflusso? Infatti proprio il quartiere S. Paolo è stato uno di quelli "alluvionati" il 20 ottobre, come si può vedere nella foto:

    blogentry-57008-0-78032700-1320678339_th

    Dove è finita la "costante opera di spazzamento" delle foglie secche, di cui ha parlato l'Ama all'indomani del nubifragio per difendersi prontamente dalle critiche che le sono state mosse? Sembra assurdo pensare che non riusciamo mai ad imparare dagli errori del passato, anche quando questo passato è accaduto solo 15 giorni fa. E allora, aspettiamo la prossima emergenza e speriamo ancora una volta di "sfangarla".

    • 1
      articolo
    • 1
      commento
    • 4564
      visite

    Articoli recenti

    joan_roma
    Ultimo aggiornamento

    Puoi "scrivere" la storia della tua vita, anche adesso oppure lasciare che il tempo sbiadisca le pagine... a te la scelta.

    Non è mai troppo tardi per cominciare un nuovo capitolo e non è mai troppo presto per finirne uno vecchio...

  4. Intorno alle 22.40 del 26 maggio Cosima Serrano, zia della povera Sarah Scazzi, madre di Sabrina Misseri nonché moglie di Michele Misseri, è stata raggiunta da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per concorso in omicidio premeditato e la stessa ordinanza è stata anche in carcere alla figlia Sabrina.

    L'inattesa svolta nelle indagini è giunta come conseguenza di un rapporto del R.O.S. dei Carabinieri nel quale si indica che l'omicidio sarebbe chiaramente avvenuto all'interno del garage sotterraneo della ben nota villetta dei Misseri, giungendo a tale conclusione sulla base di uno studio delle frequenze dei segnali di telefonia mobile che coprono l'area in cui sorge casa Misseri.

    Vi spiego brevemente perché.

    Il territorio italiano è coperto, in modo più o meno uniforme, da tre tipi di segnale cellulare:

    • GSM - 900, il più "vecchio", che sfrutta una banda di frequenze intorno ai 900 MHz.
    • GSM - 1800, il successore, nato insieme a Wind e ai cellulari "dual band", sfrutta frequenze della banda dei 1800 MHz.
    • UMTS - il segnale della telefonia 3G, in grado di usare frequenze intorno ai 2100 MHz.

    La principale differenza fra questi tipi di segnale, a prescindere dal range di frequenze che usano, sta nella differente capacità di penetrare i solidi, come le mura di un edificio; infatti, un segnale radio offre una capacità di penetrazione inversamente proporzionale alla sua velocità (alias "alla sua frequenza"), quindi il segnale più "veloce", l'UMTS, penetra negli edifici con molta difficoltà mentre il GSM-900, quasi tre volte più "lento", penetra maggiormente. Chi possiede un cellulare UMTS lo sa benissimo: quando si sposta all'interno di un edificio, il segnale UMTS cala man mano che ci si allontana dalle mura perimetrali e ci si dirige verso il centro: il segnale scende quasi a vista d'occhio fino a sparire del tutto, costringendo i terminali a passare alla rete GSM, alla ricerca di un segnale su una delle due bande di frequenza disponibili (900 o 1800 MHz); infine, quando si è proprio in zone molto interne dell'edificio, l'unico segnale che il terminale può captare è il GSM a 900 MHz, l'unico ancora in grado di oltrepassare più strati di cemento armato.

    Dunque l'omicidio sarebbe avvenuto nel garage sotterraneo, laddove le indagini hanno portato alla luce che in quella parte della villetta l'unico tipo di segnale disponibile è solo GSM-900, e lo dimostrerebbe il fatto che i cellulari di Sarah, Cosima e Sabrina per periodi più o meno lunghi di tempo sarebbero stati agganciati alla stessa cella e tutti usando la frequenza del GSM-900, in luogo del segnale UMTS.

    Interessante, no?

  5. Tempo fa in un dibattito sull'evoluzione della TV dallo sbarco sul digitale, qualcuno parlava del fatto che la tv generalista stesse per scomparire di fronte all'assalto di quella specializzata.

    A giudicare dal contenuto della tv specializzata, direi che la tv generalista ha ancora un bel po' di tempo prima della sua scomparsa.

    Di cosa sto parlando?

    Del fatto che da quello che ho potuto vedere sino ad ora, la tv specialista è semplicemente un contenitore di repliche.

    TV che fa film?E poi si domandano il perchè dello sviluppo di

    Va bene, ma non lo stesso 5 volte a settimana, alla stessa ora.

    TV che parla di cinema?

    Va bene il servizio sui film in sala, ma non 5 volte al giorno per una settimana di fila, oltretutto alla stessa ora.

    TV che replica i serial più famosi?

    Puo' starmi bene, ma non a caso, tre di fila per mesi.

    E poi si stupiscono del successo di Facebook.

    Quanto meno non è una replica.

  6. Ebbene si. Da non molto ho una famiglia grandemente allargata. No, non ho preso altre mogli ma curiosando su Facebook ed utilizzando il web ho conosciuto una famiglia di circa 600 persone che finora non conoscevo.

    Andiamo per ordine.

    Il mio cognome è di origini ebraiche tant'è che fino ai miei nonni paterni la religione seguita era proprio l'ebraismo. E non solo, ma tutti (compreso mio papà) nati in Ancona.

    Inoltro, giunto ad una certa età ero solleticato dal desiderio di conoscere le mie origini e di lasciare una traccia ai miei nipoti. Tramite una anziana cugina di mio papà (peraltro già morta), ero riuscito a risalire fino a un mio trisnonno: solo il nome e la nascita e residenza in Ancona. Altre ricerche non avevano dato risultati

    Curiosando su Facebook ho trovato una pagina di amici con il mio cognome, ma con i quali non ho trovato alcuna parentela accertabile: gente di vari paesi fra cui molti viventi in Israele, ma quasi tutti provenienti dall'Italia.

    Discorrendo su facebook con alcuni di loro vengo a sapere di una persona la cui madre portava il mio cognome ed era vissuta in Ancona.

    Dopo alcuni contatti e-mail con questa persona e con altre conseguenti, sono venuto in possesso di un albero genealogico che partendo da un unico progenitore (di nome Leone, anno 1710 sempre in Ancona) deriva una progenie vastissima (circa 600 nomi) tra cui anche il mio trisnonno ed il mio bisnonno. Quasi tutti ebrei. Non tutti reperibili e non tutti vivi. Molti recano la data di morte del 1944 perchè di loro non si sa nulla: spariti nei campi di concentramento ma di cui ancora non si sa ne dove ne quando.

    E' bene ricordare che dei 6 milioni di persone sparite nell'Olocausto, solo di tre milioni si hanno dati precisi, anche se le ricerche continuano sempre.

    L'aggancio era avvenuto.

    Molte delle persone di questo albero genealogico (circa 80), raggruppate in una e-mailgroup di google, sono continuamente in contatto pur vivendo nelle più disparate parti del mondo. Ora anch'io sono inserito in questa e-mailgroup e sono stato accolto come uno della famiglia con attestati di simpatia commoventi: per convenzione e per senso di appartenenza ci si considera tutti "cugini". La differenza di credo (io sono cattolico) non crea problemi.

    Oggi colloquio abitualmente con "cugini" residenti in Brasile, negli USA, in Inghilterra, in Francia, in Egitto, in Israele e naturalmente in Italia. Quelli di Milano e Torino li sto incontrando pesonalmente.

    Con alcuni in Brasile mi incontro anche visivamente su Skype.

    Sono rimasto veramente sbalordito dalla capacità delle comuità ebraiche di essere compatte e unite anche se sparse in varie nazioni. Un senso di appartenenza di una comunità che tante traversie ha passato nella sua storia.

    Debbo confessare che da qualche mese la mia vita è cambiata

    Tutti questi fatti hanno suscitato in me la curiosità di conoscere meglio storia e tradizioni dell'ebraismo. Non ho velleità religiose ma solo culturali per meglio condividere il pensiero e il sentire dei miei "cugini".

    Certamente senza informatica, web, facebook, webcam ecc. ecc. tutto questo non sarebbe potuto avvenire malgrado la mia curiosità.

    E anche per questo che ne ho voluto parlare.

    • 1
      articolo
    • 1
      commento
    • 5781
      visite

    Articoli recenti

    Presento a tutti il mio blog, quanto prima operativo :clapping: :clapping:

    • 0
      articoli
    • 0
      commenti
    • 2656
      visite

    Ancora nessun contenuto inserito

    • 0
      articoli
    • 0
      commenti
    • 2455
      visite

    Ancora nessun contenuto inserito

    • 0
      articoli
    • 0
      commenti
    • 1457
      visite

    Ancora nessun contenuto inserito