• Annunci

    • frman

      Regole della Stanzetta Privata - Come si Usa?

      La stanzetta privata è una stanza ad accesso limitato ai soli membri dello staff ed al gruppo Expert.A cosa serve?Questa stanzetta nasce con lo scopo di facilitare la comunicazione tra i membri dello staff e del gruppo Expert per poter gestire al meglio la sezione.La comunicazione delle idee e l'organizzazione rende possibile una migliore riuscita dei progetti Wi.Inoltre gli Expert possono considerare questa stanzetta un punto di riferimento per potersi esprimere liberamente, chiedere consiglio e pareri con i propri "colleghi di sezione".Cosa devo sapere per evitare di fare errori?E' fondamentale che tutte le informazioni presente e scambiate in questa stanzetta restino private, e non devono in nessun modo essere diffuse a terzi o all'esterno della stessa stanzetta.
    • nickca

      Nuovo Servizio per le vostre foto   03/20/2006

      Siamo lieti di lanciare una nuova iniziativa nella sezione fotografica del forumSi tratta di lezioni molto pratiche di alcune tecniche di fotoritocco, unite alla possibilità di sistemare le vostre immagini sbagliate.Avete delle foto che non corrispondono ai vostri gusti, o semplicemente sono venute diverse da come le avevate pensate?Ci sono problemi di esposizione, di tonalità sbagliate, di scarso contrasto?Volete raddrizzare il campanile di San Marco che somiglia troppo alla Torre di Pisa?Volete eliminare un particolare fastidioso che disturba l'equilibrio dell'immagine?Fate un post nella sezione Discussioni generali & help del forum di fotografia in Laboratorio di Fotoritocco scrivendo quali migliorie vorreste apportare alla foto, accludendo un link ad una immagine che avrete postato, a dimensioni e risoluzione il più possibile vicine all'originale, a questo indirizzo: http://imageshack.us/la posteremo sul forum con la sequenza di operazioni necessaria a rimediare ai difetti e alla fine riposteremo il link dell'immagine corretta.
  • articoli
    13
  • commenti
    59
  • visite
    19,847

Vogliono Tassare Il Web

Dr. Jekyll

764 visite

In questi giorni, sia l'AD di Fast-web che quello di Telecom Italia hanno chiesto alla Commissione Lavori Pubblici del Senato che i grandi fornitori di servizi (Google, Amazon, YouTube, Flickr etc. etc.) debbano pagare i costi dell'uso della rete italiano per evitare il collasso della stessa.

Non è la prima volta che tale richiesta viene avanzata dai gestori della rete ma è la prima volta che viene fatta a livello istituzionale forse contando sulla scarsa (ad esser gentili) preparazione tecnica dei nostri politici a cui la richiesta viene avanzata.

In pratica, i gestori della rete vorrebbe scaricare sui produttori di servizi web sia la mancanza di investimenti nelle infrastrutture che i cattivi investimenti fatti (vi ricordate gli scavi di quasi tutte le strade delle grandi città per far passare una fibra ottica mai attivata?).

I gestori della rete, omettono che il traffico internet non è ne è mai stato gratis, esattamente come avviene per tutti i privati che pagano il loro abbonamento adsl, anche chi fornisce i contenuti, come lo stesso WinInizio, paga per la banda internet che consumano i suoi server.

Dimenticano pure di dire che la scarsità di investimenti nella rete ha fatto sì che in Italia vi siano pochi server rispetto a quelli esistenti in Germania, Francia o Gran Bretagna e come se non bastasse, viene richiesto un costo di banda internet anche di 10 volte quella di un analogo server in Europa, costringendo, di fatto, molte aziende a recarsi all'estero per l'hosting (pagando lì la banda internet).

Con questa richiesta i gestori di rete, Invece di rimediare alla mancanza di investimento, preferiscono che si tassi chi ha già pagato a monte la sua banda internet, non essendo, infatti, un pagamento a fronte della fornitura dl servizio che non mi stanco di ripetere è stato già pagato a monte.

In pratica sarebbe come se la Società Autostrade chiedesse una percentuale del carico dei TIR che percorrono le autostrade italiane o che l'Enel chiedesse una percentuale del fatturato delle aziende a cui fornisce l'energia elettrica.

Non dimentichiamo che in questa cronica mancanza di investimenti gioca un ruolo non indifferente anche il governo che ha pur avendo più volte promesso investimenti (in prossimità di elezioni) non ha poi concretato quanto promesso (ad elezioni fatte).

Alcuni maligni potrebbero pensare che vi possa essere una correlazione tra la mancanza di investimenti di un governo guidato di un magnate televisivo che ha sicuramente capito che proprio il web l'unico concorrente alla TV.

Resta il fatto che in Italia non abbiamo una rete web a livello europeo (solo Grecia e Bulgaria hanno una rete più lenta della nostra) e che mentre in Svezia stanno già fornendo connettività web a 100 Megabyte per i servizi di web del domani, noi non riusciamo a fornire la banda agli italiani per i servizi di oggi. :glare:




4 Commenti


La situazione in altri paesi europei non è precisamente idilliaca.

Io leggo riviste inglesi e la velocità e la distribuzione delle linee ad alta velocità è molto diversa.

Nelle grandi città ci sono velocità elevate, disponibilità di Wi-fi ed altro.

Nei piccoli centri, invece, la situazione è molto diversa.

In molti luoghi rurali l'adsl non arriva e neppure la banda mobile funziona un gran che.

Il fatto poi che, come in Italia, vi sia un ex-monopolista che non ha molto interesse a migliorare la rete a favore anche di terzi, se abiti in un paesino l'alta velocità più che altro te la scordi.

Oltre a questo, nel Regno Unito quasi tutti i contratti anche "flat" prevedono dei limiti a quanto sia possibile scaricare.

La nascita di servizi di streaming come uno della BBC ha spinto gli ISP a cercare di farsi pagare da coloro che producono contenuti l'aumento della banda utilizzata.

"Tutto il mondo è paese" se si tratta di far pagare qualcun'altro.

Condividi questo commento


Link al commento

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora