• Annunci

    • frman

      Regole della Stanzetta Privata - Come si Usa?

      La stanzetta privata è una stanza ad accesso limitato ai soli membri dello staff ed al gruppo Expert.A cosa serve?Questa stanzetta nasce con lo scopo di facilitare la comunicazione tra i membri dello staff e del gruppo Expert per poter gestire al meglio la sezione.La comunicazione delle idee e l'organizzazione rende possibile una migliore riuscita dei progetti Wi.Inoltre gli Expert possono considerare questa stanzetta un punto di riferimento per potersi esprimere liberamente, chiedere consiglio e pareri con i propri "colleghi di sezione".Cosa devo sapere per evitare di fare errori?E' fondamentale che tutte le informazioni presente e scambiate in questa stanzetta restino private, e non devono in nessun modo essere diffuse a terzi o all'esterno della stessa stanzetta.
    • nickca

      Nuovo Servizio per le vostre foto   03/20/2006

      Siamo lieti di lanciare una nuova iniziativa nella sezione fotografica del forumSi tratta di lezioni molto pratiche di alcune tecniche di fotoritocco, unite alla possibilità di sistemare le vostre immagini sbagliate.Avete delle foto che non corrispondono ai vostri gusti, o semplicemente sono venute diverse da come le avevate pensate?Ci sono problemi di esposizione, di tonalità sbagliate, di scarso contrasto?Volete raddrizzare il campanile di San Marco che somiglia troppo alla Torre di Pisa?Volete eliminare un particolare fastidioso che disturba l'equilibrio dell'immagine?Fate un post nella sezione Discussioni generali & help del forum di fotografia in Laboratorio di Fotoritocco scrivendo quali migliorie vorreste apportare alla foto, accludendo un link ad una immagine che avrete postato, a dimensioni e risoluzione il più possibile vicine all'originale, a questo indirizzo: http://imageshack.us/la posteremo sul forum con la sequenza di operazioni necessaria a rimediare ai difetti e alla fine riposteremo il link dell'immagine corretta.
  • articoli
    13
  • commenti
    59
  • visite
    20,241

Ministro Della Semplificazione Normativa O Della Complicazione Agli Italiani?

Dr. Jekyll

941 visite

Ieri c'è stato ieri l'ennesimo annuncio politico per una innovazione epocale.

No!, non si tratta del ponte sullo stretto di Messina ma quasi...

Roberto Calderoli, infatti, ha annunciato (l'ennesimo) arrivo per la carta di identità elettronica.

Se non fosse che il primo annuncio della carta di identità elettronica era stato fatto nel lontano 2001 e che in dieci anni pochissimi hanno in tasca una di queste carte ci sarebbe da gioire, invece, ormai gli annunci tendeno a confondersi nel rumore di fondo politichese che orami pervade la nostra vita quotidiana.

Avrei lasciato volentieri questo annuncio nel rumore di fondo se non fosse per un particolare che mi ha colpito e non vi nascondo che mi ha anche preoccupato.

Come se non bastasse che in 10 anni non si è riusciti a distribuire una normale carta di identità in formato carta di credito con un microchip antifalsificazione, ora Roberto Calderoli, Ministro per la semplificazione, vorrebbe che questo documento sostituisca anche tutti gli altri documenti in possesso dei cittadini, cioè un documento unico che oltre alla carta d'identità elettronica varrà anche come codice fiscale, tessera sanitaria, patente e passaporto

La notizia come tale è stata riportata in trafiletto da tutti i giornali senza alcun commento, e senza che qualcuno si ponesse la domanda su come un rettangolino di plastica formato carta di credito possa sostituire documenti come il passaporto e la patente di guida. Questi, infatti, sono definiti da trattati internazionali, che se non rispettati toglierebbero qualsiasi validità internazionale al documento. Senza contare che l'adozione di un documento in violazione dei trattati potrebbe esporre le tasche degli italiani (non quelle di Calderoli) a possibili multe dalla UE ed alle ennesime brutte figure (tanto come da italica tradizione il ministro responsabile non si dimetterà per ritirarsi a vita privata).

Mi chiedo come Calderoli, pur ammettendo che ignori l'esistenza dei trattati che stabiliscono forma, dimensione e contenuti dei passaporti, possa immaginare che si possano apporre i timbri per i visti ed i permessi di soggiorno e lavoro su un rettangolino di plastica?

Cosa accadrebbe se a seguito di una infrazione grave al codice della strada si decidesse si ritirare la patente di guida? Togliamo all' ex patentato anche la sua identità? ...e se ciò accadesse all'estero? Sono numerosi gli italiani che ogni anno si fanno ritirare la patente di guida all'estero e che quindi sarebbero automaticamente privati anche del loro unico documento di identità ed in teoria impossibilitati al rientro in Italia in quanto sprovvisti di un documento valido per varcare la frontiera.

Problematico sarà richiedere un nuovo documento qualora il documento unico fosse smarrito o rubato. Per ottenerlo, infatti, in assenza di un secondo documento valido, saremo tutti costretti a farci accompagnare da due testimoni.

E' indubbio che in Italia ci sia una sovrabbondanza di documenti, e che questi sono abbastanza facili da contraffare in quanto cartacei, ma siamo sicuri che la soluzione sia di ridurli tutti ad un unico documento con un microchip (sulla cui sicurezza, perlatro, ci sarebbe molto da discutere)?

Questa semplificherebbe la vita ai cittadini?




7 Commenti


le solite sparate.... perchè non includere anche la funzione bancomat così i vigili quando ti ritirano la patente ti prosciugano il conto...

Condividi questo commento


Link al commento

La carta d'identità riunita alla carta sanitaria potrebbe essere una semplificazione : dati coincidenti e personali.

Peraltro ho appena ricevuto la carta sanitaria rinnovata con tutta una procedura complessa per avere un Pin che per ora non serve a nulla.

Ma tutto il resto è una buffonata, a parte il fatto che la mia patente è già in formato carta di credito.

Condividi questo commento


Link al commento

...ma io la vedo diversamente, non sono un fan del ministro ma la patente è già stile carta di credito, se vai a NewYork hai bisogno della carta elettronica, i dati della tessera sanitaria sostanzialmente sono quelli generali per tutte le attività, essendo un chip può essere programmato quindi con le dovute protezioni secondo me non c'è bisogno di ritirare fisicamente il rettangolo di plastica per non permettere la guida di autoveicoli , ma basterebbe annullare l'autorizzazione interna al chip relativa alla patente di guida, che tra l'altro avrebbe una notifica immediata, in tempo reale a livello nazionale.

Certo all'estero sarebbe difficile il rintracciamento dei dati ma basterebbe avere sulla tessera un numero univoco (stile carta di credito) che collegandosi al DB nazionale ti restituisce i dati necessari.

Poi pensate ai documenti che portereste dietro sempre per qualsiasi evenienza sempre a disposizione.

Quindi secondo me l'idea è buona ma in Italia le idee buone.....

Ciao a tutti Steppas

Condividi questo commento


Link al commento

Queste sono tutte manovre per gettare fumo negli occhi apparendo in televisione e dare l'impressione agli italiani che si stia facendo qualcosa :thumbdown1:

Condividi questo commento


Link al commento

Ogni volta che lo vedo in TV mi chiedo quali persone si identificano così tanto in Calderoli da votarlo come loro rappresentante :thumbdown1:

Condividi questo commento


Link al commento

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora