isileth

Expert
  • Numero contenuti

    4,995
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su isileth

  • Livello
    Amazzone in incognito
  • Compleanno October 1

Contact Methods

  • Website URL
    http://
  • ICQ
    0

Profile Information

  • Sesso
    Da Specificare

Visite recenti

784 visite nel profilo
  1. Tv Non Generalista = Repliche Eterne

    Tempo fa in un dibattito sull'evoluzione della TV dallo sbarco sul digitale, qualcuno parlava del fatto che la tv generalista stesse per scomparire di fronte all'assalto di quella specializzata. A giudicare dal contenuto della tv specializzata, direi che la tv generalista ha ancora un bel po' di tempo prima della sua scomparsa. Di cosa sto parlando? Del fatto che da quello che ho potuto vedere sino ad ora, la tv specialista è semplicemente un contenitore di repliche. TV che fa film?E poi si domandano il perchè dello sviluppo di Va bene, ma non lo stesso 5 volte a settimana, alla stessa ora. TV che parla di cinema? Va bene il servizio sui film in sala, ma non 5 volte al giorno per una settimana di fila, oltretutto alla stessa ora. TV che replica i serial più famosi? Puo' starmi bene, ma non a caso, tre di fila per mesi. E poi si stupiscono del successo di Facebook. Quanto meno non è una replica.
  2. Ubuntu Natty o Opensuse 11.4, entrambi in macchina virtuale.
  3. Faccia Come Il "Lato B" O Ipocrisia Informatica

    Ho comprato recentemente una rivista informatica (Linux Magazine) che contiene alcuni esempi lampanti di ipocrisia informatica, altrimenti nota come “faccia come il lato B”. In un punto viene spiegato l'utilizzo di macchine virtuali per installare vari sistemi operativi sul medesimo pc. Nel parlare di Windows 7, l’autore si sofferma sul fatto che, per installare il sistema su macchina virtuale, occorra essere in possesso di una copia legale del programma e sin qui tutto bene. La parte ridicola comincia riguardo a Mac OS X. L'articolo spiega come in effetti non si possa installare Mac OS X su un pc qualsiasi, in quanto la licenza prevede che il SO possa essere utilizzato soltanto su hardware prodotto da Apple. Il “dilemma” tuttavia si risolve con un "Ma al pirata poco importa e, dopo una breve ricerca su internet, provvede al download di un'immagine .iso di Mac OS X appositamente sviluppata per essere installata su macchina virtuale". Notare che in copertina il titolo è "Windows 7, Mac OS X e dsistro Linux? Virtualizzali tutti in un solo pc." Più avanti, nella sezione Sicurezza c'è una guida estremamente particolareggiata su come gli hacker fanno ad impossessarsi di password di accesso grazie alle rete wireless, peraltro preceduto da un'altra guida sul reverse engineering per vedere come entrare ancora meglio nei pc degli altri (anche senza il wireless). Anche qui un ridicolo disclaimer indirizzato ai lettori della serie "noi lo spieghiamo per farvi capire come fanno gli altri, ma voi non lo farete perché siete bravi”. La rivista finisce in gloria con un’altra spiegazione molto bella ed anche in questo caso particolareggiata, come scaricare gratuitamente le App Android a pagamento. Il tutto mi è sembrato – come dicevo – ipocrita ed anche ridicolo.
  4. In un agriturismo in Toscana, nel bagno al primo piano, di fronte alla tazza ho visto tempo fa un cartello bilingue (italiano ed inglese) che recitava: "Per pulire il bagno si prega di usare SOLO l'apposito scopino". Mi sono sempre chiesta cosa avessero usato in alternativa.
  5. Una volta insieme a mio marito abbiamo dovuto cambiare la gomma al Fiorino che ci avevano prestato. Tempo totale 20 minuti, di cui 15 a fare la caccia al tesoro, ovvero scoprire dove fossero il cric e la gomma, e 5 a cambiare la gomma. Sono comunque contenta che tu sia riuscito a fare tutto.
  6. Il crossposting è vietato. Chiudo questa discussione.
  7. SIW è un programma che può controllare lo stato del tuo computer. L'ho appena installato e non sono sicura che possa fare una diagnosi hardware dicendoti cosa non va, ma può fornire un riassunto di cosa c'è installato sul tuo pc. Potrebbe aiutare.
  8. Sempre più spesso mi viene in mente la frase che ho messo nel titolo e che era scritta su una di quelle buffe targhe in ceramica che una volta si trovavano nei mercatini. Quello che intendo è che la maleducazione di pochi, rende difficile o quanto meno più scomoda la vita a tutti gli altri. Per legge i locali pubblici devono tenere le loro toilette a disposizione di tutti, senza che chi li utilizza sia tenuto a pagare per usarli. Questo non significa che non sia quanto meno educato che uno compri delle caramelle o qualcos’altro per ringraziare i padroni del locale. Ho notato però che più passa il tempo, peggiore diventa la situazione. Nei bagni sono spariti asciugamani di carta, sapone, carta igienica aggiuntiva e le chiavi devono essere chieste alla cassa. La ragione è che, comprensibilmente, i padroni dei bar sono stufi di coloro che sciupano gli asciugamani buttandoli per terra e mai nel cestino, oppure ancora meglio nella tazza intasandola. Oppure di vedersi rubare il sapone o spaccare il dosatore, sparire la carta igienica o trovare il bagno ridotto ad un porcile. In un bar ho persino visto un attaccapanni ad oltre due metri da terra, in pratica irraggiungibile. Quando ho chiesto la ragione di un simile posizionamento, mi hanno risposto che, in questo modo, era più difficile che venisse rubato. Se tutti fossimo un po’ più educati, la vita sarebbe più facile per tutti.
  9. Complimenti e buon lavoro.
  10. La situazione in altri paesi europei non è precisamente idilliaca. Io leggo riviste inglesi e la velocità e la distribuzione delle linee ad alta velocità è molto diversa. Nelle grandi città ci sono velocità elevate, disponibilità di Wi-fi ed altro. Nei piccoli centri, invece, la situazione è molto diversa. In molti luoghi rurali l'adsl non arriva e neppure la banda mobile funziona un gran che. Il fatto poi che, come in Italia, vi sia un ex-monopolista che non ha molto interesse a migliorare la rete a favore anche di terzi, se abiti in un paesino l'alta velocità più che altro te la scordi. Oltre a questo, nel Regno Unito quasi tutti i contratti anche "flat" prevedono dei limiti a quanto sia possibile scaricare. La nascita di servizi di streaming come uno della BBC ha spinto gli ISP a cercare di farsi pagare da coloro che producono contenuti l'aumento della banda utilizzata. "Tutto il mondo è paese" se si tratta di far pagare qualcun'altro.
  11. monicaandrea, ti consiglierei una scansione anti-virus perchè se non succedeva prima, direi che potresti avere un'infezione virale in corso.
  12. Nessuna intrusione, solo che in mancanza dell'antefatto, non capivo la tua risposta.
  13. Axel70, che senso ha la tua risposta?
  14. Clic sul file, tasto destro poi scegli "apri con" poi vedi se nelle applicazioni consigliate c'è pdf viewer. A quel punto la scegli e metti la spunta dove c'è scritto "usa sempre il programma specificato per aprire questo tipo di file".
  15. In effetti Openoffice non ha un programma che possa sostituire Outlook. Tieni presente che per la posta elettronica, Live Mail di Microsoft funziona egregiamente ed ha anche funzioni di calendario. Ha inoltre una caratteristica che trovo molto utile: se hai un account di posta con un provider conosciuto, i dati relativi al server di entrata ed in uscita, il programma se li cerca da solo e di solito ci "prende" al primo colpo. Prima di rinunciare completamente ad Office, ti consiglierei di fare una prova su strada perchè Openoffice.org, pur essendo un buon programma, non è precisamente un missile. Per farlo partire in tempi umani, c'è una procedura che ho personalmente notato essere molto utile: Avvia un qualsiasi programma di OpenOffice.org vai al menu Strumenti > Opzioni Seleziona la scheda Memoria Principale Imposta Numero operazioni su 20 Imposta Uso di OpenOffice.org su 128MB Imposta Memoria per oggetto su 20,0MB Imposta Numero degli oggetti su 20 Se usi spessissimo la suite, puoi anche mettere il segno di spunta accanto alla voce carica OpenOffice.org all’avvio del sistema, ma questo ha come conseguenza un lieve ritardo nell'avvio del PC. Un ultimo suggerimento: se ti capita di dover scambiare file con gente che non usa Openoffice.org, ti potrebbe essere utile impostare il formato predefinito di salvataggio, ad esempio sotto Writer, come doc. Se ti serve, posso spiegarti come. Comunque, a mio modesto avviso, Word ed Excel sono anni luce aventi ai corrispondenti di Openoffice.org. In ogni caso, buon lavoro.