johnJ

Utenti
  • Numero contenuti

    81
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su johnJ

  • Livello
    Apprendista

Contact Methods

  • ICQ
    0
  1. se andate qui http://www.alessandropagano.net/blog/2006/06/10/driverlinux trovate una petizione fate voi; a me pare giusto... giovanni
  2. blender all'inizio è proibitivo; se lo studi scopri col tempo che è fra i 3d più pratici; ci sono 2 ottimi siti in italiano: blender.it (solo blender) e kino3d.com (più generale); comunque quando passo di qua, io che sono scarsino nel suo uso due dritte le dò volentieri; attenti, ci sono manuali in italiano, ma siccome si aggiorna spesso talvolta diventano per certi aspetti incompleti o obsoleti; da poco è uscito un corto (elephant dream) fatto in blender, con dei limiti ma anche degli aspetti interessanti; è soprattutto un test, ma essendo scaricabile e free anche nei files lo trovo uno strumento interessantissimo giovanni
  3. grazissime, sei stato gentilissimo, preparato e approfondito mannaggia a 'sti giochetti che ci impediscono di avere sta bella roba...vabbè, è per i nipoti! giovanni
  4. il vero problema mi pare questo: un film forma la mente, sei lì a ciucciarti due ore senza replica, e sei coinvolto col meglio del meglio quanto a emotività e suggestione; lo capiremmo con facilità se pensassimo a un nostro parente messo sulla graticola da un film, per non parlare di come reagiscono altre culture... insomma, che cosa costa dire con chiarezza: ragazzi, è solo show? per il codice poi è così... invece molti film denunciano fatti veri commessi da cattolici, mentre sui fatti positivi ci sono cose con budget minimi; come han fatto magdalene, perchè non un film a grande distribuzione sulla tonelli, la missionaria che ha spiegato in africa che l'infibulazione non è dovuta se si è musulmani e l'han uccisa dei fanatici? o su carlo urbani? o sulla suora uccisa dalle sataniste che le perdonava a ogni coltellata? su queste cose di solito roba italiana a basso costo, da serata in famiglia... credo che un pò giochi l'esotico: noi non wasp siamo per gli anglosassoni quello che la scozia dei fantasmi e mostri è per noi: nell'800 si scrivevano romanzi sui "misteri di milano" o di napoli; ci vedono come un misto dei personaggi popolari di dario fo e il nome della rosa, e con pizza e mandolino ma anche con il mitra da gangster... ok, esagero...poi le lotte dei secoli passati fra cattolici e anglicani, da maria stuarda alla congiura delle polveri... ok, roba vecchiotta... forse ci sono anche potentati economici che sarebbero ben lieti di sostituire la chiesa e guidare gli animi... boh, magari è solo un filone che vende, come un altro, chissà... non volevo però ora e qui difendere la chiesa, quanto suggerire un metodo che vale per tutto: la prima cosa è la realtà che conosciamo, vedere se la caritas della mia città fa quanto dice, se no richiamarla, se sì aiutarla, etc. siamo spesso in balìa dei media, più massa che popolo; amo questo sito che secondo me aiuta un confronto; ma poi usciamo e incontriamo la gente, sennò parliamo a vuoto... no? beh, ho detto lamia e me ne vo; con la consueta amicizia e con affetto per tutti, giovanni
  5. da quando ha sbancato i botteghini in germania, e ne ho letto sui giornali, lo voglio vedere... ma da me non lo danno; mia mamma mi ha detto che è stupendo, lo ha visto ieri... ad albisola! ma qui ad imperia, nada! so che da sette anni il regista chiedeva ai monaci di un convento il permesso di girare un film-documentario; dopo tutto questo tempo loro han detto: "sì, ma niente luci, niente sonoro aggiuntivo, e vivi con noi" ; pare ne sia uscito un tre ore di pace e meditazione; ma è dannatamente mal distribuito... :giu: qualcuno l'ha visto? giovanni
  6. dunque, dopo aver provato avidemux, cinelerra, kino, ho concluso: kino, a meno di usare espansioni, carica solo dv, avidemux fa pochino, cinelerra è una roba da uscire pazzo; qualcuno qui fa uso di questi o altri applicativi e mi suggerisce come fare anche cose semplici tipo registrare da scheda tv, tagliare via la pubblicità, salvare in direct stream come fa virtualdub per windows che ci mette tre minuti e lascia la qualità, e infine convertire in formato dvd, per masterizzare il tutto? su windows hoi tutto e tutto gratuito, ma voglio farlo da debian anche per migrare "quasi" del tutto... giovanni
  7. qualcuno ha sentito parlare di un nuovo tipo di lcd migliore e meno caro che stavano progettando? aveva anche un nome livemente diverso... ma non so se valga la pena di attendere e acquistarlo... se c'è chi sa mi dice se lo godranno i miei nipotini quando sarò all'ospizio? (B) giovanni
  8. sia pure con imperdonabile ritardo, auguri a tutti, cari amici, a voi e a chi vi è caro auspico tutta la vita lo stupore dei pastori di betlemme giovanni
  9. ciao; la cosa gratis migliore per registrare, elaborare, filtrare, mixare, etc. è audacity; se ci son problemi quando passo di qui spiego come funziona; certo cubase è molto professionale (io non ci capisco un'h), poi ci sono cosucce che costano meno; insomma dipende da quello che ci si deve fare; cubase e protools sono professionali in senso stretto, molti altri vanno benone per tutte le esigenze casalinghe; ma per quelle credo che audacity possa bastare. giovanni
  10. vedo adesso questa discussione e segnalo un capolavoro pazzesco: endrigo, de moraes, toquinho ... e ungaretti!!!: "la vita, amico, è l'arte dell'incontro" (un titolo che è già un capolavoro; il merito va a vinicius, ma endrigo lo fece conoscere con un coraggio e una intelligenza audacissimi; e poi ungaretti, che colpo! purtroppo dopo poco che l'han ripubblicato son finiti i cd, ce l'ho in vinile; introvabile anche un successivo album di canzoni di vinicius e endrigo per bimbi con "il pappagallo", "la papera", "la pulce"... speriamo che si ritrovi tutto per ricordare degnamente un artista schivo, quindi poco conosciuto... apparentemente tragico, che toccava però temi romantici o sociali, esistenziali o leggeri con grande eleganza e classe, gusto melodico e voce calda e delicata; e con questa capacità di poesia, ironia, stupore, e questa tenerezza; un vero grande sa parlare anche ai piccoli! giovanni
  11. un elenco a casccio, classificato in modo demenziale, tipo borges fra i più belli: excalibur (quello simpaticamente preso in giro in superfantozzi...) fra i peggio di tutti: il primo di lara croft (sceneggiatura a livello di tema delle medie di bimbo ipodotato) religiosi: il vangelo secondo matteo di pasolini e the passion: quando non si tratta di favolette; carino anche francesco della cavani con rourke lenti: una storia vera; così vicino così lontano (sequel di il cielo sopra berlino); tutto tarkovski (se volete farvi del male, era un genio ma moooolto impegnativo) soprattutto andrei rublev; kurosawa: dersu uzala; sogni (un pezzo alla volta, o due litri di caffè); italiani: la strada; miracolo a milano; umberto d;il postino; io non ho paura; olmi : anche qui ci vuole un bel caffè, ma son tutti splendidi hitchcock(si scrive così? dubito): tutto! alla rinfusa: il settimo sigillo; amistad; fantascienza: il pianeta probito; gattaca; 2001... beh, manco a dirlo! arancia meccanica lo avevate detto? nel dubbio lo cito perché amo la libertà telefilm (già detto altrove, lo ripeterò finché vivo): il mitico "il prigioniero" infine ditemi se sono grave: mi è simpatico jakie chan; e ho 44 anni; sarò da ricoverare? giovanni
  12. è difficile scegliere un film da suggerire, la produzione è sterminata però partirei da un capolavoro lento intenso poetico e che fa pensare: il pranzo di babette; qualcuno l'ha visto? ogni inquadratura un quadro, scenaggiatura, interpreti, umanità a valanghe... invece fa pensare ma è più leggero l'ottimo "ricomincio da capo"; io ci vedo una descrizione della realtà attraverso il paradosso; lo conoscete? esilarante, con molte battute geniali, imprevisti e simpatia; taglierei gli ultimi secondi... giovanni
  13. LA PIETA' Giuseppe Ungaretti 1. Sono un uomo ferito. E me ne vorrei andare e finalmente giungere, pietà, dove si ascolta l'uomo che è solo con sé. Non ho che superbia e bontà. E mi sento esiliato in mezzo agli uomini. Ma per essi sto in pena. Non sarei degno di tornare in me? Ho popolato di nomi il silenzio. Ho fatto a pezzi cuore e mente Per cadere in servitù di parole? Regno sopra fantasmi. O foglie secche, Anima portata qua e là... No, odio il vento e la sua voce Di bestia immemorabile. Dio, coloro che t'implorano Non ti conoscono più che di nome? M'hai discacciato dalla vita. Mi discaccerai dalla morte? Forse l'uomo è anche indegno di sperare. Anche la fonte del rimorso è secca? Il peccato che importa, se alla purezza non conduce più. La carne si ricorda appena che una volta fu forte. E' folle e usata, l'anima. Dio, guarda la nostra debolezza. Vorremmo una certezza. Di noi nemmeno più ridi? E compiangici dunque, crudeltà. Non ne posso più di stare murato nel desiderio senza amore. Una traccia mostraci di giustizia. La tua legge qual è? Fulmina le mie povere emozioni, liberami dall'inquietudine. Sono stanco di urlare senza voce. 2. Malinconiosa carne dove una volta pullulò la gioia, occhi socchiusi del risveglio stanco, tu vedi, anima troppo matura, quel che sarò, caduto nella terra? E' nei vivi la strada dei defunti, Siamo noi la fiumana d'ombre, Sono esse il grano che ci scoppia in sogno, Loro è la lontananza che ci resta, E loro è l'ombra che dà peso ai nomi. La speranza d'un mucchio d'ombra e null'altro è la nostra sorte? E tu non saresti che un sogno, Dio? Almeno un sogno, temerari, vogliamo ti somigli. E' parto della demenza più chiara. Non trema in nuvole di rami come passeri di mattina al filo delle palpebre. In noi sta e langue, piaga misteriosa. 3. La luce che ci punge è un filo sempre più sottile. Più non abbagli tu, se non uccidi? Dammi questa gioia suprema. 4. L'uomo, monotono universo, crede allargarsi i beni e dalle sue mani febbrili non escono senza fine che limiti. Attaccato sul vuoto al suo filo di ragno, non teme e non seduce se non il proprio grido. Ripara il logorio alzando tombe, e per pensarti, Eterno, non ha che le bestemmie. non è molto nota; per me è un capolavoro, come un'altra che vi posterò; non ho mai trovato tanta passione umana in una poesia del 900, una lotta corpo a corpo col destino; e un esito di totale imprevista umiltà; non è il solito ungaretti che in due righe dice tutto; l'ha scritta dopo essere stato a roma, colpito da michelangelo e da altre mille cose... giovanni
  14. oh, qualcuno che ama branduardi! un personaggio di un coraggio pazzesco (imperversavano disco e punk e lui andava in teatro con liuti e launeddas!), che ha l'umiltà di attingere al'immensa fonte delle tradizioni, personalizzando con classe... insomma lo amo, mi fece capire che c'è del bello al mondo; quella canzone è una rielaborazione di una leggenda medievale, il giardiniere nell'originale inglese è giuseppe che non si fida di maria; poi c'è il vecchio e la farfalla che attinge a una storia orientale, poesie pellerossa , esenin, le fonti francescane, yeats, musiche medievale, rinascimentali, celtiche... eppure alla fine è lui! basta sentire futuro antico, il cd medievale con musicisti specialisti: ho alcuni pezzi fatti da altri specialisti, ma il buon angelo ha molta più verve, e secondo me anche se non è filologico doveva essere così che si cantava, sennò era una noia. ok mi sono sfogato, son contento che lo ascolti! mi sa che mi fo una full immersion entro due dì; probabilmente branduardi canta yeats e l'infinitamente piccolo, i miei preferiti; giovanni
  15. oh, barbarella, vero che quel cd dei chieftains è un capolavoro? c'è pure il cantante dei dubliners, un pò giù di voce ma con un'espressività... e poi a quell'età insegnano l'entusiasmo a tutti... sono stato in un paesino, c'era a suonare un complesso italiano (i birkin' tree) che a far folk irlandese non son secondi a nessuno; e poi una band (i beoga) basata su due concertine; ma il fenomeno è il suonatore di bodhran, una specie di tamburello senza sonagli: assolo che sembravano in tre... e simpatia a fiumi! nel settore del folk spesso ci sono musicisti fantastici poco noti... ma anche altrove; chi conosce una tipa che si chiama barbara casini che canta bossa come una brasiliana? suona molto bene la chitarra, è molto raffinata, ma fuori dal giro di chi ama il genere... forse un thread così è utile anche per scoprire chicche varie, almeno io lo intendo così, mi interessano tutti i contributi, ma lo userò in questo modo giovanni