Bafometto

Utenti
  • Numero contenuti

    6
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Bafometto

  • Livello
    Iniziato

Contact Methods

  • ICQ
    0
  1. Da PC a PC anche una banale messenger o netmeeting sono sufficienti, da PC a telefono ti serve una connessione ADSL e un modem + adattatore telefonico o modem incorporante l'adattatore se vuoi telefonare anche a PC spento. A computer acceso, se ti dà fastidio usare microfono e cuffia, puoi usare anche la cornetta USB. Zao, Baf.
  2. Magari dirò una banalità e nel caso me ne scuso in anticipo, ma, al di là di settings e parametri vari da ottimizzare, a me pare che le velocità di upload non siano cresciute più di tanto, quindi, al di là di qualche picco, mi pare anche abbastanza normale che alla fine, utlizzando i P2P, non è che si voli nonstante i 4mbps in download. Magari, tanto per provare, fare un test con qualche ftp un po' veloce. Ho detto una cacchiata ?
  3. Salve a tutti, c'è qualcuno che ha rinunciao del tutto a Telecom e si è affidato al VoIP come soluzione telefonica residenziale definitiva ? Chi avete scelto? A me piacerebbe salutare l'amata/odiata Telecom ma ho qualche remora: Parla.it offre un servizio economico ma con una banda ADSL disponibile non proprio "broad"; Tiscali, più cara, offre 6mbps a costo accettabile ma, si sa, su Tiscali se ne sentono sempre di cotte e di crude; il VoIP di Alice 4mega è decisamente costoso... Insomma il panorama inzia a complicarsi... Quali sono le vostre esperienze ? Suggerimenti & Idee ? Ringrazio in anticipo. Baf.
  4. Guarda, senza andare tanto lontano, restiamo in Italia. Per lavoro mi trovo spesso a dover contattare i centri assistenza clienti di vari enti (AEM, ENEL, INPS, FASTWEB, VISA, SECETI, CONSEL, LINEA etc...) e ti assicuro che non ho mai visto qualcosa di così scandaloso come il servizio WIND-LIBERO. Ti dico che addirittura l'ignobile assistenza di Fastweb è migliorata ! Mi si dice (ma non ho ancora avuto il piacere di verificarlo personalmente) che H3G funzioni solo attraverso delle FAQs automatiche però a quel punto non è più un'assistenza, è qualcos'altro. Come sempre e come già detto più in alto (magari proprio da te, non ricordo) è esclusivamente un problema di costi: l'assistenza costa, e un'assistenza di qualità costa cara ed ha un ritorno difficilmente misurabile in termini economici. A quel punto devi stabilire quanti clienti sei disposto a far inc****re ed eventualmente a perdere. Se sei un'azienda che punta alla qualità del servizio allora devi offrire un servizio tecnico che ti costa tot. Se invece punti al prezzo (da sempre politica di Wind) allora tagli il più possibiledove puoi e l'assistenza al cliente diventa del tutto facoltativa. Qualche giorno fa ho fatto la prova del 9, anzi, del 159... Ho chiamato il 159 (assistenza utenti) e mi hanno risposto in tempi non misurabili con strumenti conosciuti dall'uomo, ho poi chiamato il 155 (servizio di vendita) è dopo 4 squilli mi hanno risposto. Ma va bene così, non c'è problema... L'importante è vendere. [/ot] o [ot] ? Mah ?!?
  5. Si ma una risposta o la sai o non la sai, non è che te la inventi, tanto più se devi fornire supporto a qualcuno. Quindi se la sai bene, se non la sai passi la domanda al secondo livello. Aspettare 45 minuti minuti per una risposta che a volte può darmi mia zia, beh, a 'sto punto chiedo a lei che almeno mi risponde subito! In una delle mie prime telefonate un'operatrice mi ha tenuto in attesa svariati minuti, ha sentito pure l'ufficio commerciale per poi confermarmi che avevo sottoscritto l'abbonamento ADSL flat a settembre. Peccato che la mia domanda era <<Posto che a settembre ho sottoscritto l'abbonamento ADSL flat, ho diritto a due mesi gratis ? >> Francamente mi aspettavo come risposta un <<SI>> o un <<NO>> ... Mah... Baf. PS: anche io arrivo al metro e 70 con fatica, e infatti non mi sono mai sognato di giocare a basket ! :locked:
  6. Anche io vorrei spezzare una lancia, però sulla schiena degli operatori Wind, non in loro favore ! Riporto la mia esperienza: A settembre, fra mille dubbi, sottoscrivo un abbonamento ADSL flat con Wind- Libero risultato: un mese e mezzo per l'attivazione. In questo caso, lo ammetto, è stata anche colpa mia che avevo inizialmente sottoscritto il contratto con Tin per poi disdirlo entro i 10 giorni permessi dalla legge. Ad ogni modo l'attesa vale un "cominciamo bene"... All'arrivo della prima bolletta, ho trovato un costo non in linea con le attese: ero infatti convinto di aver diritto ad un tot di mesi gratis come promesso da un annuncio sul sito. Posto che il mio coinquilino oltre a condividere l'appartamente e la connessione condivideva con me pure la sicurezza di poter usufruire della promozione e comunque ammettendo che potremmo esserci sbagliati, rimane indecente che io abbia dovuto parlare con quattro persone diverse per avere la conferma che PROBABILMENTE NON avevo diritto a godere della sunnominata promozione. Dico "probabilmente" perché la mozione è passata con voto a "maggioranza qualificata": uno mi ha detto che avevo diritto in effetti allo sconto, uno si è astenuto e gli altri due han detto che dovevo pagare. Traete voi le vostre conclusioni... A metà febbraio (più o meno), c'è l'upgrade della linea da 1Mbps a 2Mbps, una mail di Libero avverte che il servizio verrà interrotto per qualche giorno per motivi tecnici dovuti a questo passaggio. Posto che non è prevista nessuna forma di indennizzo automatico per la non erogazione del servizio, dopo 4-5 giorni di black out chiamo l'assistenza per avere qualche informazione e viene fuori che l'assenza di linea era dovuta proprio ad un qualche problema loro, dopo aver chiarito questo punto un operatore PARTICOLARMENTE SCORTESE E SUPPONENTE, andando a tentoni e con dei settings apparentemente casuali (per intenderci: pur avendo io un router adsl me lo ha fatto impostare come se fosse un modem USB) riesce in qualche modo zoppicante a farmi funzionare la connessione, dopo aver comunque scontato la prevista pausa tecnica di 3 giorni (ho scoperto poi che era dovuta al passaggio da rete Telecom a rete proprietaria Wind). Ora viene il meglio. Il 6 luglio la connessione sparisce, l'11 riappare per recitare il suo canto del cigno e il 12 ammutolisce per ritornare oggi, 1 agosto, dopo VENTI giorni di assenza del servizio. Premesso che ci ho messo due giorni per segnalare il guasto (francamente attese di 45 minuti secondo me sono CONTRO NATURA... ho provato anche all'1.30 di notte per poi desistere verso le 2.15) mi è stato detto di attendere la canonica settimana (che già mi sembrava tanto... ingenuo io ! ) e poi richiamare. Dopo la settimana ho chiamato quasi tutti i giorni per avere qualche notizia. Le attese telefoniche, pur riducendosi ad un banale quarto d'ora (siamo ad agosto e che cavolo!), non sono mai state premiate da nessuna informazione utile. So bene che l'operatore di turno non è che possa fare miracoli però, tutto quello che ho ottenuto è sempre stato un laconico "faccio un sollecito". Dopo il quinto sollecito onestamente ho iniziato a dubitare dell'utilità di farne un sesto (o un settimo... o un ottavo...). Ad ogni modo, la cosa interessante è che oggi ho chiamato per sapere cosa era successo è la risposta è stata un fantastico "non lo sappiamo, i tecnici non lo hanno ancora riportato", e vabbé passi questa, ma la cosa migliore è che non è prevista nessun rimborso automatico ! Quindi se io non mi incazzo via fax e presento un reclamo loro zitti zitti si intascano il mese intero - bravi. Ho poi chiesto come disdire in modo corretto il contratto e ci sono volute ovviamente tre telefonate per appurarlo. Secondo un operatore non potevo farlo prima di dicembre, secondo un altro dovevo disdire enotro il 29 luglio, scondo me (calcolando i 60 giorni dalla fine dell'anno di contratto) entro fine agosto. Tutto ciò è affascinante... per non saper nè leggere né scrivere l'ho già disdetto da due settimane però siamo al teatro d'improvvisazione: chi ti risponde recita a soggetto e ti dà la risposta che più gli piace quel giorno ! Non ti sta bene ? Allora FAQ ! Baf - fine dello sfogo. :ranting2: