meccalo

Utenti
  • Numero contenuti

    885
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su meccalo

  • Livello
    Maniaco
  • Compleanno 02/11/1950

Contact Methods

  • Website URL
    http://
  • ICQ
    0

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Santa Marinella (Roma)
  1. Allora: gli antivirus, più o meno efficaci, rallentano in modo stellare l'avvio del computer e, successivamente, l'apertura di qualsiasi applicazione; anche la navigazione viene influenzata da questi software. Poi l'hard disk sarà un 5400 giri, quindi lento e poco performante; puoi provare, con pochi euro di spesa, a sostituire l'attuale hard disk con un SSD che migliora veramente di parecchio le prestazioni, basta che tu sia in grado di maneggiare un cacciavite con attenzione.
  2. Ciao a tutti, qualcuno ha ancora uno scanner Epson Perfection 1650 Photo? Sembra molto buono per i negativi e le diapositive e ne ho adocchiato uno usato a prezzo ragionevole. Quelli di nuova generazione costano troppo per me perché acquisirei solo un centinaio di vecchi negativi e una decina di diapositive: finirebbe dopo una settimana nel sottoscala a tempo indeterminato e quindi sarebbe una spesa poco fruibile. Chiedo, a chi ce l'ha o almeno lo conosce da vicino, queste due cose: 1) Il modello Photo dovrebbe avere la luce posteriore integrata nel coperchio. Ma la luce esterna, quella da collegare col cavetto, serve solo per i negativi grandi? E' compresa nella confezione? 2) A che anno più o meno, risale la sua uscita sul mercato? il 1250 e 1260 intorno al 2002, questo è più recente? Grazie
  3. Se si tratta solo di togliere il lucchetto sull'icona del file e quindi di sbloccarne il contenuto, ecco la procedura: Click destro sull'icona del file col lucchetto e poi click su queste voci in successione: proprietà sicurezza aggiungi digita "Users" senza le virgolette controlla nomi applica ...e il lucchetto non c'è più! Poi facci sapere se ha funzionato. Con me ha funzionato sempre.
  4. Dà un'occhiata qua. Non sei il primo, vedo.
  5. Salve a tutti! Ogni tanto nel pc mi si rompe qualcosa, stavolta mi trovo nei guai perché mi si è rotta la scheda audio e con la musica ci lavoro. Uso Gigastudio 3 Orchestra come campionatore e Cubase SX3 come sequencer. Sono vecchiotti ma per quel che ci devo fare io vanno benissimo. La scheda in coma è una ESI MAYA44 PCI. Ho reinstallato una vecchissima Echo Darla20 ma non so perché non riesco più a tirar fuori una nota manco con quella. Forse si è rotta pure lei. Domanda: per non cambiare marca, ora c'è la ESI MAYA 44 USB e la USB+. Non so ancora bene quali siano le differenze, ora mi farò uno studio in rete. Però per quanto ho letto finora sui manuali ufficiali, non c'è mai il minimo riferimento all'interfaccia GSIF o GSIF2. La maya44 pci lo è, assolutamente. Ma queste "nuove" usb lo sono pure? Chi sa dirmi qualcosa? A orecchio credo che GSIF significhi GigaStudioInterFace e se la scheda non lo è, Gigastudio non funziona, ergo ho bisogno di una scheda GSIF. I costi sono sempre sui 100 euro, vedo, e usate le trovi a 90 quindi preferisco comprarla nuova. Queste nuove MAYA44usb e usb+ sono GSIF2? Ah, una cosa: non so se ho capito bene ma se la scheda audio non è GSIF, Gigastudio si piazza da solo in modo Rewire e usa la scheda che trova senza creare grossi problemi all'utente. E' così? grazie...
  6. Ciao, scusate se ci ripenso dopo anni come i corn**i, ma quando ho fatto l'upgrade del mio pc (novembre 2009) ho montato una scheda video nVidia 9800gt immaginandomi chissà quale "miglioramento video" rispetto alla situazione di default (mobo Asus M4N78Pro). Però: io non gioco, non ho mai giocato (né online né offline) ne mai giocherò, il gioco non mi interessa né attira, qualunque esso sia! Quindi niente giochi d'azzardo né giochi che pretendono giga e giga di memoria, di ram, e di processori ultrastraveloci. Insomma, per lavorare con Word o Excel, per navigare in internet, per fare musica (comporla, suonarla e scriverla con programmi pure vecchi) e altre cose amene, dove la vedo la differenza tra una 9800gt e una scheda di base? E' una questione di occhi o di cosa? Con Windows 10 la visione a fine installazione è orrenda, oscena, e una volta installato il driver della 9800gt le cose cambiano dal giorno alla notte, però quel che l'occhio rileva dopo la cura non è differente neanche un po' da quello che rileva a fine installazione di Windows7 senza altri magheggi grafici. Ho fatto una ca**ata a montare questa 9800gt considerando le mie esigenze? Come dicono gli avvocati in tribunale: "Mi scusi, signor giudice, porrò la domanda in altra forma". E cioè: a che serve una scheda video come questa? Dove si vede la differenza?
  7. Sull'ultimo capoverso... accidenti quanto hai ragione!!! No, anche per il resto hai ragione, è che finora non ho mai incontrato difficoltà (o grosse complicazioni) passando dalun vecchio SO a quello che poi avrebbe preso il suo posto. Con Win 10 devo dire che non è stata -finora- proprio la stessa cosa; ammetterai anche tu che il nuovo è sempre molto più completo del vecchio e ci vuole un po' di tempo per fare l'abitudine a muoversi con scioltezza nell'ambiente: tutto ciò che è migliore è anche più complesso e richiede più attenzione. Ma forse non è neanche questo il punto: è che come hai detto tu, pensavo che il giocattolo nuovo avrebbe funzionato subito e meglio del vecchio manovrandolo nello stesso modo. Impossibile, ovvio. E siccome dai tempi di Windows 95 sono invecchiato pure io, mi è sopraggiunta una certa insofferenza all'idea di cercare drivers (e provarli! mica funziona il primo che sembra giusto), a riavviare decine di volte per ritrovarsi installazioni non andate a buon fine, a ripristinare immagini dopo magheggi fallimentari... Insomma sì, non ce l'ho con Win 10 o con Microsoft! Mi sono riletto i miei post in questa discussione e in effetti mi sono lamentato del fatto che le mie esigenze -poche, in realtà- si sono scontrate con le novità di Win 10. E' un problema mio, non volevo sconsigliare Win 10!
  8. Ciao Pike, mi dispiace di essere stato un pochino polemico riguardo Win 10, ammetto di non essere stato troppo tollerante davanti al fatto che un nuovo SO richiede un po' di pazienza per prenderci confidenza; poi, si sa, si finisce per amarlo. Ci ho fatto la figura di quello che dice "sono venuto per dirti che non posso venire". Parlando di cose serie, il driver hp, pur essendo "di base", funziona perfettamente. Del resto da una stampante penso di ottenerci solo stampe, se sa fare il caffè sono anche contento ma preferisco ancora la vecchia Moka. Il driver 1.19 ESI è stato installato senza rifiuti o messaggi di errore ma ancora non sono riuscito a sentire qualcosa. Il pannello ESI viene visualizzato correttamente, le barre luminose indicano attività sonora ma di suono... nisba. Non ho ancora cominciato a smanettare, ora sono troppo rinco e rimando a domani. 'Ste cose non si fanno quando ti si chiudono gli occhi per la stanchezza. Grazie dei consigli, ti aggiornerò. Ad ogni modo ho già cominciato a riappacificarmi con Win 10, sono stato un po' troppo precipitoso. In fondo se il driver grafico funziona e se la scheda audio suona (ci siamo quasi), non ho bisogno di molto altro: spero che i programmi che girano bene su Win 7 girino altrettanto bene su Win 10. Ti farò sapere. Ciao ciao
  9. Grazie! In effetti è un driver di base ma io uso la stampante solo per stampare, quindi il video che spiega la differenza tra driver di base e driver completo mi fa stare tranquillo. Immagino che tra non molto HP metterà sul sito il driver completo. Comunque credo che qualche altra difficoltà la incontrerò e romperò le scatole con nuove domande. Se oggi ho un po' di tempo ricomincio con le prove. Ma sapessi quanto mi sono rotto di far prove...
  10. Ma dov'è questo driver per l'hp P1005 pubblicato in agosto? Mica lo trovo, ce n'è uno di giugno 2015 ma è per Win 7. Mi posteresti il link? Ho navigato molto ma non l'ho trovato. Grazie
  11. Santo Cerca... Stampante laser HP: ho messo la P dopo mentre andava messa prima: P1005. In effetti non ho pensato a ficcanasare nei siti dei produttori, è come smontare mezza moto perché si è fermata e poi scoprire che è finita la benzina. La Maya44, sul fisso con Seven 64bit, usa il driver 1.11 ma questo non funziona con Win10. Sinceramente, non sapevo che esistesse la Maya44Xte ma avendo la 44 funzionante non sono mai andato a cercare se ce ne fosse un'altra versione. Proverò questo driver 1.19 e non credo che siano i 64 bit a dare fastidio, ad ogni modo se così fosse, proverò a installare Win10 a 32 bit. Perderei un bel po' di RAM utilizzabile ma chissene, tanto sono solo prove. Almeno per ora... Il discorso PCI in quasi obsolescenza non mi infastidisce, è ovvio che per vari motivi oggi è preferibile una lampada a led piuttosto che una a incandescenza, quindi accolgo a braccia aperte tutte le periferiche usb! E' altrettanto ovvio che il passaggio a Win 10 sarà inevitabile, magari non subito ma fra un annetto sì... E' vero che quando esegui un programma è LUI che è come lo conosci, con quell'interfaccia grafica, con tutte le sue caratteristiche e, se gira, non puoi sapere se sta lavorando su su XP o su 7 o su 10. Se penso che Windows 95 occupava meno di 100 mega...
  12. HP 1005P. In realtà non l'ho testata, però ho visto che su gestione dispositivi c'era una strana icona con un punto interrogativo, cosa che non credo significhi OK. Ho provato a installare il driver che su Windows 7 la pilota correttamente e... picche! Ho quindi dedotto che qualcosa non andava e non mi ci sono neanche messo a stampare. Magari funzionava lo stesso... con improbabili compatibilità... Escludendo la stampante, nelle mobo di oggi gli slot PCI stanno scomparendo, le periferiche sono quasi tutte USB e quindi forse una scatoletta esterna è decisamente più comoda di una scheda che richiede l'apertura del case ecc ecc. Ma a me, che tanti soldi non ce l'ho e che ho pagato più di 100 euro anni fa la mia scheda audio ESI MAYA44, mica va tanto di comprare la stessa in versione USB! E così per altra ferramenta che ho dentro il case. Gli slot PCI li ho riempiti tutti e con Windows 10 è come non averli. Sob.
  13. Fatto. E' andata, esattamente come doveva andare, cioè OK. Premetto che non conviene installare W10 su spazio non partizionato perché viene creata una partizione di 500 mega "per il sistema", e che potrebbe dare problemi in seguito. Meglio solo formattata NTFS in precedenza e pronta per l'installazione. Un mio primo personale, personalissimo giudizio su quel poco che ho visto di Windows 10 è: "'m pias brisa" (=non mi piace per niente). Non che non sia facile sfogliare il sistema, basta abituarsi un po'! Ma il fatto brutto è che molto dell'hardware che uso con Seven non funziona con 10. scheda audio inutileizzabile, stampante laser altrettanto. Drivers che sono OK su 7 sono KO su 10. La visione è orribile, a installazione finita: se non si ha una scheda video decente con annesso driver, la qualità video è schifosa. Il CD a corredo della mobo non viene letto tutto, problemi assurdi. E altri problemi che ora non ricordo. Insomma, per me che non sto appresso a ogni novità e che uso il pc fisso ormai solo per lavoro (con hardware e software non proprio aggiornatissimi ma validi al 100%), Windows 10 non è assolutamente adatto. Già Seven trova diverse incompatibilità e per questo sono costretto -senza il minimo dispiacere- a usare il buon vecchio XP dove grazie a Dio funziona tutto e alla perfezione. Va bene, ho detto la mia. Il pc va configurato secondo le proprie esigenze e a volte, per non dire spesso, l'ultimissima versione di qualsiasi software reperibile sul mercato incontra difficoltà ad andare d'accordo con l'hardware installato perché ormai troppo vecchio anche se ha solo un anno. ...salutoni a tutti!
  14. Ciao a tutti, soprattutto a Pike che ormai è il mio tuttologo. Allora: io storcevo il naso a sentir parlare di Windows 2000 quando usavo NT4, lo storcevo alla parola XP quando ero passato a Windows 2000, lo storcevo alla parola Windows 7 quando ero passato a XP, ora storco un po' il naso davanti a Windows 10 (ora e Seven il mio amore). Windows 8.1 lo salto, tanto è più o meno come Windows 8 ed è un mezzo Windows 7 e un mezzo non-si-sa-cosa, almeno la versione desktop. Qualcuno mi fulminerà, chiedo perdono ma a me 8 e 8.1 non sono piaciuti neanche un po'. Almeno, non tanto da farmi abbandonare Seven desktop. Dunque, spiego: ho 3 hd da 1 TB con Seven nel primo e XP nel secondo. Il terzo ha una partizione di 100 giga vuota, in previsione di. Non uso boot manager, chiedo solo al BIOS di farmi scegliere da quale drive avviare il pc (masterizzatore compreso). Ergo, massima indipendenza di OS, di dati e di tutto, niente casini se devo ripristinare immagini (cosa frequente ma non per crash o errori). Ho provato di tutto e questa è la soluzione migliore, almeno per me. Ora, che è successo? Ho voluto provare Windows 10 per vedere com'è e avendo una partizione vuota sul terzo hd, quale posto migliore per installarlo? Evvai! Inizio la procedura e alla fine dell'installazione... ahi ahi, vedo un boot manager su sfondo celeste, molto riposante. Tralascio alcuni dettagli e dopo alcune ore evinco che Windows 10, come anche Windows 8, quando si installa va a cercare in tutti i drives che riesce a vedere se c'è qualche versione precedente e se c'è, decide arbitrariamente di installare anche il suo boot manager. Tralascio altri dettagli (se qualcuno è interessato mi chiederà) e dopo altre ore di riavvii, riscrittura di immagini per tornare alla situazione di prima di questi pornografici esperimenti, scopro che XP non mi si avvia più e che le richieste fatte al BIOS non coincidono con quello che restituiscono. Lampo di genio, penso che il programma di installazione di windows 10 ha modificato il MBR ed ecco che per la prima volta ho lanciato ATIH 2015 (Acronis True Image Home 2015) da boot cd e invece di ripristinare immagini (già fatto prima...) ho ripristinato i MBR disco per disco. Giusto in un post di pochi giorni fa chiedevo a che diavolo potesse servire ripristinare il MBR... Scoperto a che serve. Al riavvio, successo pieno. Occhio quindi! Se qualcuno vuol far prove con Win 10, prima di farsi venire un infarto o un ictus quando i riavvii non funzionano più come uno se li aspetta, stia pronto a lanciare da prompt un bel fdisk/mbr o, se ha prudentemente salvato una immagine, ripristinare anche il MBR. Saluti a tutti! -------------------------------- PS: Ah, per quanto ho visto finora, Windows 10 non mi piace gran che. Ma è stato così per ogni cambio di sistema operativo... Secondo PS: Alla luce di quanto accaduto, staccherò fisicamente i due hd con Seven e XP lasciando "attaccato" solo il terzo, quello dove installerò Windows 10, così sarà indipendente anche lui e "riattaccherò" gli altri due. Non può fallire.
  15. Ciao Pike! Eccomi di nuovo: ho tappato un buco ma non mi ero accorto che l'acqua usciva da due, quindi il guasto è riparato a metà. Mi spiego, e stavolta è più che altro una domanda e ne conosco già la risposta... Dopo il chkdsk/f, ATIH2015 ha scritto in 7 minuti 39 giga! Prima prevedeva 33 minuti e in effetti per 180 giga da scrivere, la previsione era pure giusta. Mo' senti che è successo: dopo la scrittura dei 39 giga .tib riavvio windows, tutto ok, ci lavoro un po' (roba tranquillissima, Word e blocco note, un po' di navigazione nel sistema, niente internet, niente musica) e tanto per non perdere l'allenamento, reinserisco il cd di avvio di ATIH 2015 per scrivere la solita immagine. Così, tanto per fare. Di nuovo 33 minuti previsti!!!!! Inizia la scrittura e come ieri la barra di avanzamento procedeva a 1 pixel ogni 10 secondi. Piccolo sgomento, siamo daccapo. Rifaccio chkdsk/f, di nuovo un sacco di roba corretta, recuperata, spostata ed errori nel file system. Subito dopo questa purificazione, rilancio ATIH ed ecco 8 minuti previsti, tutto parte bene, anzi ce ne ha messi solo 7 di minuti e ha scritto 39 giga, sì. Devo quindi presumere, dedurre, concludere che Windows 7 che ho in quella partizione, pur non presentando difetti di funzionamento per quanto riguarda l'utente, ha qualche malessere interno che crea seri problemi non visibili, basta solo avviarlo perché ciò avvenga. Conosco queste cose, ho controllato la data di installazione del SO e risale a 2 anni e mezzo fa. Pur non smanettando come un pazzo devo però ammettere di strapazzare un po' il sistema (cerco anche di installare meno roba possibile soprattutto per non dover poi disinstallare, tanto la zozzeria rimane anche nei meandri più reconditi del registro) e quindi chissà cosa non gli è piaciuto durante una delle mie performances smanettonistiche. Ergo, mi sto preparando spiritualmente a reinstallare ex novo Windows 7, con tutte le rotture che la faccenda comporta. Come al solito: un parere? PS Tanto reinstallo lo stesso...