ZipGenius

Utenti
  • Numero contenuti

    7,716
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su ZipGenius

  • Livello
    Memento audere semper!
  • Compleanno 12/23/1974

Contact Methods

  • MSN
    zipgenius@hotmail.it
  • Website URL
    http://www.zipgenius.it
  • ICQ
    0

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Reggio Calabria

Visite recenti

5,088 visite nel profilo
  1. Buone Feste
  2. Just guess which part of ZipGenius for Linux we are conceiving right now... Istantanea - 13092012 - 01:42:51.png Sorgente
  3. Looks like we're working good... (And yes, this screenshot comes from our netbook but it is connected to an external display for more screen space). Sembra che stiamo lavorando proprio bene... (E sì, questo screenshot viene dal nostro netbook che è connesso ad un monitor esterno per avere maggiore spazio). Istantanea - 27082012 - 00:33:23.png Sorgente
  4. Here is one screenshot of the #Linux version of ZipGenius. You can see that it's a very empty user interface, as of now. Anyway it's growing very fast and the picture tips at a fully working code for browsing archives. No icons for files and folders: we have to find out how to get them in LInux because each desktop environment (DE) has its own way to associate icons to files MIME types - any suggestion is welcome. --------------------------- Ecco uno screenshot della versione #Linux di ZipGenius. Come vedete, è un'interfaccia piuttosto vuota per ora. Tuttavia sta crescendo velocemente e l'immagine suggerisce il completo funzionamento del sistema di navigazione negli archivi. Niente icone per files e cartelle: dobbiamo scoprire come poterle recuperare dal momento che in Linux ciascun desktop environment (DE) ha il proprio sistema per associare le icone ai tipi MIME dei files - ogni suggerimento è gradito. Istantanea - 23082012 - 19:11:36.png Sorgente
  5. I've just created my short Google+ address on Goog.la (http://goog.la)! --> http://goog.la/zipgenius Sorgente
  6. Good news! Thanks to +Matteo Nardelli who brought back the database, http://www.zipgenius.com is online again. NO CUSTOMER DATA HAS BEEN COMPROMISED just because we don't store customer data in any form --------------------- Buone notizie! Grazie a +Matteo Nardelli che ha recuperato il database, http://www.zipgenius.com è nuovamente online. NESSUN DATO DEGLI UTENTI E' STATO COMPROMESSO solo perché non conserviamo dati degli utenti in alcuna forma Welcome to ZipGenius.com - ZipGenius.com Welcome to ZipGenius.com. ZipGenius: the free and powerful archive manager for Windows®. ZipGenius 6. Running out of hard disk space? Documents spread over you entire system? Did you get a .zip or .ra... Sorgente
  7. Sad discovery after coming back from summer holidays... http://www.zipgenius.com has been hacked and altered. Why in 2012 are still there many dorks that have to show off "they can do that like a boss"? They're just dorks and nothing more. We're working to restore a backup of the website and we're sorry for the inconvenience. ----------------------------------------------------- Triste scoperta al rientro dalle vacanze... http://www.zipgenius.com è stato bucato e manomesso. Perché ancora nel 2012 ci sono così tanti str***i in giro che hanno la necessità di mostrare che "loro possono farlo come un boss"? Sono soltanto str***i e niente più. Stiamo lavorando per ripristinare un backup de sito e ci scusiamo per l'inconveniente. ZipGenius.com | Home Welcome to MODx. Install Successful! You have successfully installed and configured MODx. We hope you find this site an adequate starting configuration for many small business, organization or persona... Sorgente
  8. Are you a geek? Do you like to use console to speed up your operations? Do you know that you can use ZipGenius by command line? No!? Seriously!? Maybe you'd like to take a look at this: http://www.zipgenius.com/index.php?id=182 --- Sei un geek? Ti piace usare la console per velocizzare l'uso del pc? Sai che ZipGenius può essere usato da riga di comando? No!? Seriamente!? Forse potrebbe interessarti dare uno sguardo qui: http://www.zipgenius.it/index.php?id=133 Command line - ZipGenius.com Syntax: -add archive {options} +file {-file}. Overview: This command lets you compress files and folders in an archive; if the specified archive already exists, files and folders will be added to that... Sorgente
  9. Scusami ma... http://www.youtube.com/embed/JfUM5xHUY4M" frameborder="0" allowfullscreen> Chi ti ha detto una cosa del genere usa SOLO iPhone e non ha mai usato Android. E per "usare" intendo dire trascorrere almeno un giorno con un terminale Android. E' proprio il contrario, invece. Android può essere semplicissimo da usare ma può anche essere molto complesso: dipende da quanto a fondo scendi nelle migliaia di opzioni del sistema. Il Galaxy S3 non offre la "Google Experience", cioè l'interfaccia originale di Android così come pensata da Google, ma al suo posto trovi l'interfaccia "TouchWiz" di Samsung che rende tutto molto più semplice e a portata di dita - anche se personalmente preferisco la Google Experience liscia. Chi ti dice che Android sia più complicato forse ignora che almeno con Android puoi fare tutto quel che vuoi: se l'interfaccia non ti piace, puoi sempre scaricarne una gratis dal Market e poi te la configuri come vuoi; al contrario iOS è sempre quello dal 2007, sempre con le iconcine e al massimo personalizzi lo sfondo. Chi usa Android, invece, è sicuro di poter REALMENTE personalizzare il proprio telefono e renderlo totalmente diverso da tutti gli altri. Sono tutte queste cose che possono rendere il sistema più o meno semplice da usare. Nulla ti impedisce di comprare il telefono e usarlo così come quando lo tiri fuori dalla scatola.
  10. Non dovresti nemmeno chiedere una cosa del genere... Android è 1.000.000 di volte migliore di iOS, soprattutto per una caratteristica. Prendio te, per esempio, il tuo iPhone 3GS verrà sì aggiornato alla prossima versione del sistema operativo ma riceverai solo un aggiornamento castrato, poiché Apple ha deciso che il tuo telefono è troppo vecchio per supportare alcune novità di iOS 6 (come il nuovo Maps). Risultato? Hai speso un pacco di soldi per un telefono che già dopo un paio di anni è considerato obsoleto Non che Samsung sia migliore... Il mio Galaxy S1, comprato per 490 euro nel dicembre 2010, è già "morto" da un pezzo per la casa madre, tanto che l'ultimo aggiornamento ufficiale (vero, non solo un aggiornamento estetico come l'ultimo "Value Pack") risale a diversi mesi fa con il passaggio alla versione 2.3.3 di Android (alias "Gingerbread"). Questo perché secondo Samsung l'hardware del Galaxy S non può utilizzare il più recente Android 4.0 (ICS). Si tratta di una colossale balla a scopi meramente commerciali, poiché il modello Nexus S, marchiato Google e non Samsung, pur avendo lo stesso hardware del mio è stato prima aggiornato ad Android 4.0 e ora ad Android 4.1 (Jelly Bean) - la serie Nexus di dispositivi marchiati Google è quella che riceve tutti gli aggiornamenti di Android e prima di qualsiasi altro telefono. E' qui che Android sfodera le sue armi: grazie alla sua natura "open source", la vasta comunità di programmatori del sito XDA Developers sforna quotidianamente centinaia di aggiornamenti "non ufficiali" per i telefoni Android che, come il Galaxy S1, non sono più supportati dalle case produttrici. Grazie a loro, infatti, il mio Galaxy S1 usa Android 4.0.4 e presto verrà aggiornato alla 4.1. Tutto ciò con iPhone e iOS è semplicemente impossibile perché Apple vuole così Ho provato l'S3 da Mediaworld. E' una favola! L'unico problema è che è marchiato Samsung, quindi 18 mesi di aggiornamenti sono garantiti ma in questo breve periodo di tempo Samsung non rilascerà mai più di due aggiornamenti del sistema operativo. In poche parole, fra due anni l'S3 verrà sicuramente aggiornato ad Android 5, ma non è detto che venga aggiornato anche alla versione immediatamente successiva. Fossi in te farei un pensierino sul Google Galaxy Nexus: pure prodotto da Samsung, l'essere un dispositivo della serie Nexus fa sì che questo telefono possa essere aggiornato quasi in eterno (finché l'hardware lo permetterà). La settimana scorsa da Marcopolo Expert costava 299 euro!!!
  11. Oh well, we're almost done with the review of 345K+ lines of code. We're at 290K. Now ZipGenius is a truly portable application: that means that if you put the main executable file, its language and skins subfolders, and a bunch of DLLs in a USB pen drive, you could use it on every Windows computer out there without having to install it; also, it won't leave any track of its usage on the host computer because every setting will be written to the USB pen drive and every temporary file will be deleted from the TEMP folder of the host PC. We will write a small applet that will make a portable copy of ZipGenius on a USB stick drive without any further user action. Now it's time to start editing the user interface but don't expect big changes Bene, abbiamo quasi finito la revisione di oltre 345.000 righe di codice. Siamo a 290.000. Adesso ZipGenius è realmente un'applicazione portabile: questo significa che se copiate l'eseguibile principale, le sottocartelle per skin e lingue, e qualche DLL in una penna USB, il programma sarà in grado di funzionare in qualsiasi computer con Windows senza l'obbligo di installarlo; inoltre, il programma non lascerà alcuna traccia del proprio uso si quel computer poiché le impostazioni verranno salvate solo nella penna USB e i file temporanei di ZipGenius generati durante l'uso verranno rimossi dalla cartella temporanea del PC ospitante. Scriveremo una piccola applicazione che consentirà di creare una copia portabile di ZipGenius senza alcun intervento umano oltre l'indicazione della destinazione. Adesso è ora di rivedere l'interfaccia utente, però non aspettatevi grossi cambiamenti. Sorgente
  12. Sono informazioni necessarie per comprendere un po' meglio la situazione: in casi del genere, come spiegato dal Collega, non basta dire "io non sapevo", "io non c'entro niente" e non basta cullarsi sulle parole del Maresciallo dei Carabinieri per il quale "al 99,99% non ti succederà niente". Al Giudice tutto questo non importa perché per poter emettere una decisione nei tuoi confronti deve individuare prove a carico (quelle che ti incriminano) e prove a scarico (quelle che ti salvano). Se le prove a carico sono certe e rette da riscontri oggettivi (es.: il venditore del telefono è personaggio noto per la vendita di beni di provenienza illecita e magari è anche pregiudicato),bisognerà necessariamente dimostrare che hai effettuato l'acquisto in buona fede poiché la persona ti è stata presentata come soggetto affidabile da persone a loro volta da te ritenute affidabili, poiché il bene era in scatola sigillata e munito di scontrino/fattura d'acquisto, poiché non potevi conoscere in alcun modo della provenienza illecita del bene. Sono dettagli utili per poterti rispondere meglio e, comunque, informazioni che il tuo avvocato ti richiederà per poter costruire una linea difensiva. Pensa che può anche essere condannato per ricettazione anche colui che trova un telefono a terra, lo preleva per inserire la propria SIM e lo accende per iniziare ad utilizzarlo. Trovare un bene per terra non significa che si tratti di una res nullius, un bene di nessuno e ciò vale soprattutto per beni come telefoni cellulari, computer portatili e tablet. Qualora si ritrovasse qualcosa del genere, la legge prescrive che il bene vada consegnato al Sindaco del luogo di rinvenimento, il quale proclama il rinvenimento del bene e lo mette a disposizione dell'eventuale legittimo proprietario che voglia rientrarne in possesso; se trascorre un anno senza che nessuno reclami il bene trovato, quello diventa di proprietà del soggetto che l'ha ritrovato e consegnato al Sindaco. Solo così si può legittimamente acquistare la proprietà a titolo originario su un bene casualmente rinvenuto per strada; in tutte le altre ipotesi, invece, le conseguenze possono anche sfociare nel penale.
  13. La risposta fornita dal collega Menghini è assolutamente esauriente . Ribadisco anch'io l'assoluta necessità di farti assistere da un avvocato in quanto sei stato coinvolto in un procedimento penale e, come puoi leggere, gli esiti potranno essere molteplici in funzione di ciò che verrà provato al termine del procedimento. Un dettaglio mi sfugge e non ho ben capito: Credo di non aver capito bene questo passaggio: potresti spiegare meglio, per favore? Ad una prima lettura sembrerebbe che anche "l'amico del tuo amico" sia stato coinvolto nella vicenda e, apparentemente, ad un titolo ben diverso (magari lui è stato proprio indagato per ricettazione?).
  14. You're right! We overlooked that link and we will fix it. This is the correct link
  15. Ciao. Il discorso è effettivamente un po' complicato in quanto per poter firmare digitalmente i documenti occorre un apposito kit che può essere sia un lettore di smartcard (con smartcard rilasciata da un ente accreditato per la concessione di firma digitale comePoste Italiane o Aruba) o una chiavetta USB chiamata "business Key", anch'essa rilasciata da un'organizzazione autorizzata al rilascio di firma digitale. In entrambi i casi ti vengono forniti a corredo appositi programmi (che nel caso della business key sono addirittura preinstallati nella stessa chiavetta) attraverso i quali puoi processare i tuoi documenti e apporre ad essi la tua firma digitale. Il neo di queste apparecchiature è il loro costo elevato: intorno ai 120 euro una tantum e poi una tariffa di registrazione annuale, biennale o triennale secondo il gestore della firma digitale. Questo fa sì che la firma digitale sia per ad esclusivo appannaggio dei professionisti e la rende antieconomica per il comune cittadino. E chi non possiede questo kit come può inviare domande di partecipazione a concorsi pubblici? L'allora ministro Brunetta, bontà sua, diede una forte spinta all'informatizzazione della pubblica amministrazione giungendo ad imporre l'obbligo delle comunicazioni elettroniche fra P.A. e persino tra P.A. e cittadini, stabilendo la possibilità per tutti i cittadini di richiedere una forma particolare di e-mail certificata alle Poste Italiane: questo tipo di e-mail in realtà non è una vera e propria PEC, si chiama CEC-PAC, è gratuita e può essere solo richiesta dal privato cittadino per l'uso esclusivo finalizzato alle comunicazioni con le Pubbliche Amministrazioni; pertanto, diversamente dalla PEC ordinaria, con la CEC-PAC il cittadino non può inviare ad altri cittadini (dotati anch'essi di CEC-PAC o PEC) messaggi e-mail con valore legale. Uno degli usi primari per cui la CEC-PAC è stata concepita è proprio quella di agevolare l'invio di domande di partecipazione a selezioni pubbliche. Chi non dispone di una PEC vera e propria, quindi, può richiedere un indirizzo CEC-PAC all'indirizzo: https://www.postacertificata.gov.it/home/index.dot Relativamente all'apposizione di firme digitali a documenti e domande inviate tramite PEC, le P.A. italiane - come al solito - hanno generato una confusione enorme dal momento che esse richiedevano che tali domande e documenti fossero contestualmente firmati digitalmente ed inviati tramite PEC, senza considerare l'ovvio aggravio procedurale ed economico che ne sarebbe scaturito per il cittadino; ecco, quindi, che il Ministro Brunetta sentì l'obbligo di intervenire con una circolare chiarificatrice, nella quale si faceva luce circa la modalità di sottoscrizione della domande di accesso ai concorsi: Tradotto in italiano, significa che le Pubbliche Amministrazioni hanno l'obbligo di considerare validamente sottoscritto l'atto o la domanda inviata a mezzo PEC, senza l'obbligo di apporre alcuna firma digitale. In sostanza la PA deve operare una presunzione di veridicità della sottoscrizione partendo dal fatto che l'indirizzo PEC viene erogato da un'organizzazione autorizzata dallo Stato che a monte ha necessariamente dovuto verificare e convalidare l'identità del soggetto richiedente. Riassumendo, quindi, le PA che insistono nel richiedere domande per partecipazione a concorsi pubblici firmate digitalmente ed inviate via PEC, stanno semplicemente eccedendo nello zelo e al cittadino che desidera accedere ad una selezione pubblica basta inviare la domanda via PEC senza firma digitale. Una buona regola in quei casi in cui non sia prevista l'iscrizione ai concorsi attraverso un modulo da riempire online: scaricare il modello di domanda e stamparlo, compilarlo, firmarlo di proprio pugno, fare una scansione del proprio documento d'identità e del codice fiscale, fare una scansione della domanda firmata e di tutti gli altri eventuali allegati, creare un file PDF e inviarlo alla PA destinataria usando la PEC (o la CEC-PAC). Spero di essere stato sufficientemente chiaro. In caso di dubbi o ulteriori richieste, non esitare a contattarmi ancora.